Mostra d’arte di Euro Teodori a Fermo

Venerdì 17 agosto, inaugurerà a Fermo, Villa Vitali, la personale del compositore, musicista e attore Euro Teodori.

» Posted on ago 17, 2012 in Eventi

mostra euroVenerdì 17 agosto, inaugurerà a Fermo, Villa Vitali, la personale del compositore, musicista e attore Euro Teodori.

La mostra nasce grazie alla collaborazione del Comune di Fermo, Assessorato alla Cultura e la Cassa di Risparmio di Fermo.

Non è la prima personale del musicista, che espose anche nella città natale di Licini.

Sulle sue opere pittoriche hanno scritto in molti. In quest’ultima personale la nota poetica è di Giovanni Prosperi.

La mostra chiuderà il 30 agosto con un concerto di musiche dello stesso autore per violino e quintetto di fiati (violino Henry Domenico Durante, quintetto di fiati Melange d’âges).

E’ singolare questo patto della musica con la pittura; e questa mostra sembra proprio svelare il sottilo filo che le lega.

E’ il direttore d’orchestra che dirige i cerchi e le linee delle opere che vedremo esposte. E’ il musicista che colora e disegna, sembra, proprio la musica.

E dalle sue opere sembra di sentire le parole dello stesso Teodori : “E in quel silenzio profondo ascolto cieco il palpito della vita per cercare di capire la ragione vera dell’essere.”

(In occasione della mostra è stata stampato a cura della Fondazione DiversoInverso una poetica brochure che sarà donata a tutti i visitatori.)

Segue biografia
Euro Teodori (Fermo, 3 luglio 1925) è un compositore, musicista e attore italiano.
Intraprende lo studio della musica agli inizi della guerra e si diploma al Conservatorio di Pescara.
Negli anni 50’ si trasferisce a Roma per dedicarsi al teatro ed al cinema. Protagonista, insieme a Yves Montand e Silvana Mangano nel film Uomini e lupi per la regia di Giuseppe De Sanctis, insieme ad Alberto Sordi, Vittorio De Sica e Brigitte Bardot nel film Mio figlio Nerone di Steno, e nella parte di Gioacchino Rossini in Un palco all’opera di Siro Marcellini, con Silvana Pampanini in L’incantevole nemica di Claudio Gora, con Sylva Koscina, infine in Delitto d’autore, girato a Fermo negli anni settanta.

Ritornato a Fermo, fonda il Teatro popolare per Fermo. Scrive sei commedie dialettali rivoluzionando nei contenuti i vecchi canoni tradizionali; la commedia Eja! Eja! Eja! viene proposta in tutta Italia riscuotendo notevoli successi.

In seguito decide di dedicarsi all’insegnamento, fino al 1990 al Conservatorio Rossini di Pesaro, sezione staccata di Fermo. Fonda l’A.P.A.M. (Associazione Provinciale Attività Musicali). Costituisce l’Orchestra Cameristico-Sinfonica Picena. Sotto la sua direzione ricordiamo concerti con solisti del calibro di Severino Gazzelloni. Successivamente dirige l’Orchestra Giovanile di Budrio e collabora con il Maestro Edoardo Brizio. Dirige poi Gli Archi di Praga.

Numerose sono le sue composizioni musicali: quintetti, sinfonie, cantate, un’opera: Il Guerrin Meschino. Nel suo periodo di permanenza a Fermo, precisamente a Lido Tre Archi, scrive il divertimento Sinfonia per Tre Archi, realizzazione editoriale della Accademia Sarmenti.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>